mercoledì 11 gennaio 2017

Border Nights - puntata 218 (Germana Accorsi, Giulio Tarro)


Prima puntata del 2017 di Border Nights, in onda dalle 22 in diretta su Web Radio Network, con la partecipazione di Paolo Franceschetti. Purtroppo per un'assenza dell'ultimo minuto salta il collegamento con l'astrologo Marco Pesatori che sarà con noi nelle prossime settimane. Dopo aver parlato del senso della vita con Paolo Franceschetti, ci collegheremo con Germana Accorsi per una prima introduzione all'astrologia ed alla sua utilità nelle nostre vite.
Nella seconda parte sarà con noi il prof. Giulio Tarro per parlare del controverso allarme meningite, vaccini e di salute in generale. Negli ultimi anni ha espresso in varie occasioni le sue posizioni sulla correlazione tra metodologia di somministrazione dei vaccini e l’insorgenza di gravi patologie.
Paolo Franceschetti ci parlerà di energia e magia sessuale. A completare la puntata come sempre l’angolo di Barbara Marchand, e la scheda del Maestro di Dietrologia sulle morti dei personaggi della musica.
Per intervenire: bordernights@webradionetwork.eu
http://www.bordernights.it gruppo Facebook Border Nights canale YouTube Border Nights Twitter Border Nights Radio

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights218



1 commento:

Paola ha detto...

Dopo aver ascoltato l’intervista al prof. Giulio Tarro ho richiesto alla scrittrice-giornalista Claudia Benatti la fonte delle seguenti parole del prof. Tarro riportate nel suo libro “Vaccinazioni tra scienza e propaganda” (pag. 46-51): “La vaccinazione si è imposta per i presunti successi ottenuti da questa contro il vaiolo. In realtà non è affatto certo che sia stata la vaccinazione a debellare questa malattia o se invece abbiano contribuito una serie di concause. Il merito della medicina nella scomparsa della peste è stato del tutto inesistente e quello che resta ancor oggi il mistero della scomparsa della peste, al pari dell’enigma dell’influenza spagnola, dovrebbe forse spingere ad una maggiore umiltà il mondo della scienza nei confronti delle malattie infettive” Riguardo alla vaccinazione antivaiolosa Tarro afferma: “Le implicazioni in senso jenneriano non hanno svolto alcun ruolo nella riduzione delle epidemie” (dal libro “Vaccinazioni tra scienza e propaganda - pag- 46-51)”
perchè sembrano in netto contrasto con quelle rilasciate dallo stesso prof. Tarro nel corso dell’intervista. La sig.ra Benatti mi ha indicato quale fonte l’articolo relativo al convegno di Bologna del 13/4/1996 di Bioetica sulle vaccinazioni http://xoomer.virgilio.it/gtarro/vaccinazioni%20e%20bioetica.htm - (Le frasi sono riportate nell’argomento “L’enigma delle epidemie). Nella sua risposta la sig.ra Benatti precisa anche che “ negli ultimi anni il prof. Tarro ha comunque espresso anche posizioni e riflessioni differenti”.