mercoledì 10 agosto 2016

Due parole sulle recente proposta di legge anti-vegana

Consigli di sopravvivenza per chi vuole far mangiare sano i propri figli nonostante la futura legge



Di recente è stata fatta una proposta di legge in materia di regime alimentare, subito bollata come legge antivegana, perché avrebbe nel mirino quei genitori che impongono una dieta vegana ai figli minorenni.
La proposta rende penalmente perseguibile quel genitore che “impone o adotta nei confronti di un minore degli anni 16, sottoposto alla sua responsabilità genitoriale o a lui affidato per ragione di educazione, istruzione, cura, vigilanza o custodia, una dieta alimentare priva di elementi essenziali per la crescita sana ed equilibrata del minore stesso”.

Intanto facciamo alcune premesse:




1) Dire “dieta vegana” non significa nulla; vegano significa solo “privo di alimenti di origine animale”, ma in teoria è vegana anche una dieta composta di sola Coca Cola e patatine fritte; mentre dire “onnivoro”, d’altra parte, non significa che il bambino mangia di tutto per comporre una dieta equilibrata e sana; in genere il “bambino che mangia di tutto” ingurgita anche Coca Cola, panini da McDonald’s, latte e biscotti a colazione, pizze magari surgelate, ecc.
Infatti, correttamente, la proposta di legge non usa il termine “vegano”, ma si limita a colpire quei genitori che fanno seguire al figlio una dieta carente di alimenti essenziali.

2) Nessun genitore conosce la tabella degli alimenti e nessun genitore nutre i propri bambini tenendo presente le vitamine, i minerali, ecc. presenti negli alimenti. Al contrario i bambini mangiano di tutto, sì, ma anche una quantità di schifezze industriali senza precedenti nella storia dell’umanità. E questo lo fanno praticamente il 99% dei genitori al mondo.


La legge in realtà è figlia di quella diffusa sottocultura giuridica – o mania, se preferiamo – di voler legiferare anche nelle materie più impensate, per pretendere di regolare anche ciò che non è possibile regolare (come alcune leggi americane che regolano quale tipo di rapporto sessuale è ammesso tra coniugi). Ricordo ad esempio il ministro della salute Sirchia, che voleva proporre di “dimezzare le porzioni dei ristoranti” e “imporre lattine di bibite solo da 250 ml” per combattere l’obesità.
Il risultato di questa mentalità è una proposta di legge stupida quanto la proposta del ministro Sirchia di allora, oltre che inutile, che se dovesse passare farebbe solo una serie di danni creando confusione, senza raggiungere l’obiettivo. Vediamo perché.

Il testo non colpisce i “vegani”; colpisce in realtà chiunque adotta una dieta carente di alcuni elementi essenziali rendendo potenzialmente criminali il 90% dei genitori italiani. In sostanza la legge va a punire anche i genitori onnivori; anzi, soprattutto quelli, perché in genere il genitore vegano, essendo più informato, nutre il proprio figlio con molta frutta e verdura, cereali, legumi, ecc., a differenza di quello onnivoro che, dandogli di tutto, lo nutre mediamente anche con zuccheri, farine raffinate, bibite gassate, e solo in minima parte con verdure, legumi e cereali. La dieta di un bambino onnivoro medio è fatta da colazione con latte e biscotti, primo secondo e contorno, a pranzo e cena, e spesso pure dolci e merendine a metà giornata. In altre parole, la dieta di un bambino vegano sarà pure carente di ferro, zinco e vitamina B12 come dicono alcuni nutrizionisti male informati, ma la dieta di un bambino onnivoro medio è carente di quasi tutto e in compenso abbondante di zuccheri raffinati e grassi, molti dei quali addirittura idrogenati.

La legge, quindi, lungi dal colpire i genitori vegani, potenzialmente può innescare lotte e denunce per i genitori che portano i propri figli troppo spesso al McDonald’s, o per quelli che per merenda gli danno sempre e comunque (non frutta, o alimenti sani ma) merendine, biscotti, gelati, panini industriali, ecc.

Inoltre, quando verrà riscontrata una carenza, chi potrà mai stabilire che tale carenza sia dovuta all’alimentazione, e non invece ad una predisposizione del bambino a mal assimilare certe sostanze?

D’altro canto, per chi vorrà continuare a dare al figlio una dieta vegana, onde evitare le noie e le complicazioni burocratiche che potrebbero nascere se la proposta diventasse legge, sarà sufficiente dire: “Mio figlio fa una dieta varia e sana, mangia molta frutta, molta verdura, legumi, cereali, cercando di tenere basso il numero di zuccheri raffinati e di grassi idrogenati”. In questo modo si chiuderà la polemica, nessuno avrà nulla da ridire, e si eviterà di impattare contro un sistema troppo ignorante per poter capire ancora l’importanza della dieta ai fini della crescita. Tutt’al più, qualche onnivoro agguerrito e smaliziato, sentendo questo elenco, farà la fatidica domanda: “E la carne? La carne è importante per il ferro”; basterà rispondere: “Certo che la mangia, cerco di limitarla e di dargli solo carne di allevamenti scelti, non quella comprata al supermercato piena di estrogeni e nutrita con alimenti innaturali, per questo evito che mangi carne alla mensa scolastica”.
E l’onnivoro demente sarà ridotto al silenzio.
Il problema sono i termini. Vegano è termine che si presta a distorsioni e strumentalizzazione, anche grazie a molti attivisti vegani il cui fondamentalismo e la cui ottusità ha contribuito a danneggiare il veganismo vero e consapevole più di qualsiasi altra cosa; meglio utilizzare il termine "dieta sana e naturale" termine contro cui nessuno potrà obiettare nulla, specie gli onnivori che, nel 90 per cento dei casi non hanno una dieta nè sana nè naturale.


31 commenti:

Freeanimals ha detto...

Se partiamo dal punto di vista dell'animale macellato, questa proposta di legge è ininfluente e tutti i ragionamenti salutistici lasciano il tempo che trovano. Prima viene l'etica, poi le quisquilie.

Paolo Franceschetti ha detto...

Non ho capito il senso del tuo commento

Luca ha detto...

Buongiorno,
sono un nhhb* e dipendo in gran parte da quello che 'passa il convento'.

Potendo, mi ciberei solo di cibi che non abbiano a che fare con la sofferenza.

Esempio: una gallina che se la spassa amata e coccolata nella fattoria fino al momento della cottura la considero un cibo più etico di una banana raccolta da un pover uomo sfruttato e irrorato di pesticidi durante il raccolto.

Da un punto di vista qualitativo, invece, ho ultimamente fatto una scoperta che mi ha sorpreso non poco: i litrazzi di latte parzialmente scremato che mi arrivano grazie alla FEAD contengono il 5% di zuccheri... che su un litro fanno un bel mezz'etto... oltre la dose giornaliera consigliata dall'OMS. E io che me lo bevevo al posto dell'acqua di fontanella (pochi grassi, ecc...)!

* Near-Homeless Human Being [fico, potrei avere introdotto un neologismo... :) ]

Mike Rado ha detto...

Paolo se puoi metti anche i riferimenti della legge, dove trovarla e da chi è stata proposta. La tua segnalazione è utilissima però se ci limitiamo sempre e solo ad ascoltare le opinioni degli altri, e mai a vagliare i fatti in prima persona, noi popolo bue rimarremo nella perpetua ignoranza.

roberto ha detto...

non è obbligatorio rispettare una legge demenziale, una volta approvata. Impariamo a fare resistenza!!! E non solo alla legge di cui all'articolo.

Anonimo ha detto...

@Paolo Franceschetti:

a leggere la nota introduttiva della deputata Elvira Savino che l'ha proposta, pare fatta apposta per anadare contro i vegani:

http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/stampati/pdf/17PDL0043930.pdf

L'introduzione di questa psicopatica criminale, la dice lunga su quali siano gli obbiettivi della proposta...

Anonimo ha detto...

A leggere l'introduzione della deputata Elvira Savino

http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/stampati/pdf/17PDL0043930.pdf

la legge pare essere proprio contro i vegani...

Mi è venuto il senso di vomito solo a leggerla...

Propongo di mettere in prigione qualsiasi politico che proponga leggi liberticide contro il popolo sulle basi dell'ignoranza e o la collusione di multinazionali quali quelle del settore farameutico o alimentare (vedi Cremonini, Danone, Nestlè, Monsanto ecc...)

Anna ha detto...

D'accordissimo con Freeanimals ovviamente.

Come vegana etica -e la cosa gravissima è che bisogna pure specificarlo, vista l'enorme quantità di vegani salutisti che esistono al mondo e che fanno solo danni al pari di vegetariani e onnivori- dico che me ne sbatto di qualunque legge che definisca l'alimentazione etica dei bambini "dieta vegana".
Il veganismo è un modo di vivere rivoluzionario e unico, tanto più quello fruttariano, poiché dice un NO bello fermo, tondo e deciso a qualsivoglia sfruttamento ed assassinio di animali, e NESSUNO deve permettersi di dire ai genitori vegani o fruttariani come alimentare i propri figli, visto che i genitori onnivori sanno solo fare disastri sui loro fin dalla più tenera età dei pargoli, allevati e trattati come fogne a cielo aperto che devono ingurgitare spazzatura spacciata per cibo per fare felici genitori, nonni e la società malata di schizofrenia.

Se passa questa legge tutti noi vegani ci batteremo affinché sia messa al più presto nel dimenticatoio, perché noi diciamo NO anche alle lobby del farmaco che ci vogliono tutti malati e pazienti cronici di specialisti e ospedali, e diciamo NO a tutto ciò che è disumano, non etico e votato solo a incrementare i già grassi interessi economici di chi ci governa, sfrutta e controlla.

Chi vuole intossicare i propri figli con l'ovetto Kinder e la mozzarella di bufala lo faccia pure, ma giù le mani dai genitori vegan e i loro meravigliosi bambini !!

Anonimo ha detto...

Chissà se serve a proteggere i Contadini o i Consumatori di Carne (Dio lo autorizza, vedi raccomanda) kosher e halal? Comunque che ne sarà dei Ristoranti loving Hut (vedi sedi anche europee su www dot lovinghut dot com slash ipadindex dot php) iniziati da supreme Master Ching Hai la quale, riallacciandomi a quanto detto sopra circa i Consumatori di Carne, sostiene che passi giudaici (Proverbi 23) cristiani (Vangelo) e islamici (Corano o Hadith) raccomandano di star lontani da Sostanze inebrianti (Alcool incluso) e Carne.

a Paolo Franceschetti che è interessato ai Mantra anche se avversa miei interventi in merito, o miei interventi tout-court, e a cui interessa educare la gente all'uso di essi, vorrei far conoscere il Mantra originale promulgato da Gesù Cristo che s'intitola Abun d'Bshmayo, in Aramaico (Lingua originale): amorevole e potente.

off topic apparente (infatti Tutto è interconnesso) a parte, bene la Filosofia vegan, rispettosa molto ed etica (lo sia anche nelle Coltivazioni: Slaves free! Sembra una banalità ma è tutt'altro che una banalità): un'ottima Liaison o un ottimo Collegamento con Padre Sole e Madre Terra (inclusiva di Elementi, Flora e Fauna viventi, a parte noi Umani). Ci serve a Livello spirituale risentirci connessi a quei Genitori universali amorevoli e potenti (se poi le Autorità dicono che il Livello spirituale è nullo, nulla valente ...be' così dicendo dimostrerebbero che effettivamente chi le rappresenta è privo di Spirito e Spiritualità, ma lì si apre un altro discorso. Dicasi che ciò che siamo è lo Spirito, il quale è una Particola della Luce o Dio da cui veniamo al Concepimento e Nascita e a cui torniamo al Decesso e post Mortem).

Felicità interiore più Felicità esteriore a tutti ovunque -sempre.

IndoEuropean

il Baronetto ha detto...

" Non riesco a capire coloro che si rifugiano nella realta' perché hanno paura di affrontare la droga " Tom Waits.

Ecco, non la droga per carita', ma togliete tutto ma non toccate l'acool, non ci provate nemmeno salutisti della malora ! forse non tutti i lor signori hanno subito traumi o sconfitte nella vita tanto da poter essere esenti da determinate sostanze, ma ce' chi invece per affrontare questa vita terrena ha bisogno di un po' di aiuto. C'e' chi si droga, chi si scola una cassa di birra, chi si sfoga con 2 pacchetti di sigarette da 10 mg di nicotina, chi legge Giulietto Chiesa.... insomma, come diceva qualcuno, quello che fa male per te e' bene per me e viceversa., non tutti riescono a farcela con le meditazioni o mantra, non tutti si sentono bene mangiando in modo piu' salutare, non siamo tutti uguali non solo a livello spirituale, ma anche in qualita' di corpo fisico ognuno e ' diverso. C'e' chi fa una dieta spaventosa ricca di schifezze e arriva a 60 anni senza manco beccarsi un tumore o un infarto e chi, semmai un ragazzino che ha una dieta normale e muore di linfoma. Insomma non date tutto per scontato, se fa bene a me allora fa bene a tutto il mondo. E' molto presuntuoso nonché poco evoluto., io amo stare a casa in estate, non mi piace ne il mare ne la montagna, infatti la mia carnagione lo dimostra e non mi sono mai preso un malanno o altro nonostante quello che si dica sul sole e mare e aria pura., una volta, dico una volta sola andai a prendere il sole e il mare costretto da certi imbecilli, l'autunno seguente mi beccai tre volte il mal di gola e mezza febbre. perché ? Perché ero infelice in spiaggia, scocciato, lontano dalle mie abitudini, dal mio habitat, era controvoglia, e il fisico di questo stress ne risentito. ma questa e solo la punta dell'icberg del mio discorso. E' folle ? Be', essere folli e' il primo segnale che si sta guarendo da questa mondo malato, gli altri si drogassero di realta'

Anonimo ha detto...

mi sembra giusto dal momento che non si possono occupare dei problemi seri del Paese, si trastullano con le stronzate

Pietro Melis ha detto...

Sul fanatismo della macellazione ebraica kosher e islamica halal vedi il mio blog pietromelis.blogspot.com

Anonimo ha detto...

Proibire la dieta vegana fa si che il mondo vegano aumenti sempre di più questo sistema fra droghe e alimentazione da schifo sta creando molti malati di capoccia svegliatevi

Anonimo ha detto...

forse nessuno lo sa perchè non frequenta quotidianamente musulmani, mi è stato da loro detto che in assenza di alternative un musulmano può tranquillamente cibarsi di qualsiasi cosa, maiale compreso, ovviamente solo per il periodo strettamente necessario e facendo il possibile perchè l'alimentazione non conforme duri il meno possibile. quindi al di là delle interpretazioni odierne che ovunque puzzano di fanatismo da ogni dove se andiamo a vedere periodi storici fuori dalla cronaca capiamo quanto queste norme siano comunque elastiche, cosa che ci fà comprendere come l'islam non sia così fanatico sempre e comunque, per quanto ne so i bektashi mangiano carne di maiale fumano e bevono alcol e credo anche i sufi.

Ragione ha Paolo quand odice che ormai si legifera in modo demenziale su ogni cosa, anche sul sesso degli angeli e solla lana caprina che non sarà mai dopg. Ma in una matrix come quella odierna è normalissimo questo atteggiamento perchè permette il massimo raggio d'azione del potere sulla vita di ognuno, quindi permea di repressione ogni comportamento. rOBERTO PURTROPPO se vivi in uno stato "democratico" e una legge ti impone un comportamento ti tocca come senso civico rispettarla finchè non la riesci a cambiare, anche se è demenziale, altrimenti ognuno fà il cazzo che vuole, le leggi non servono più a nulla, lo Stato reagisce continuando a legiferare ancora di più non sapendo ne potendo fare altro e sapendo che non riuscirà mai a farle rispettare perchè non riesce ormai nemmeno a fare il controllo del territorio, nel frattempo sempre maggiori fette di popolazioni si stanno armando pesantemente, il tutto ci porta al disastro totale che viene scientificamente perseguito. In conclusione non xcredo che i politici o chi è sopra di loro siano dei deficienti patentati nel proporre una legiferazione come quella attuale, semplicemente si segue una logica di devastazione amministrativa che porterà inevitabilmente al caos (leggi esodati), vogliamo poi parlare di come si stia arrivando al ridicolo nella gestione dell'agricoltura ? meglio di no che sarebbe troppo lunga. Il discorso vegano o non vegano pur importante non è fondamentale ma credo sia necessario chiedersi il perchè di una demenza continua nella gestione della cosa pubblica e la risposta che i politici sono solo stupidi non mi soddisfa per nulla.

jj


comunque halal o no il 67% di scolari stranieri nelle scuole della mia città è insostenibile, come sono insostenibili 500 profughi in paesi di 200 anime, il buthan ha chiuso i confini nel 90 e sono ancora buddisti, io inizio a sentirmi straniero a casa mia e non ho assolutamente intenzione di prendere un barcone e fare il rifugiato.

vraie55 g ha detto...

La legge è demenziale (inutile e ci si potrà anche "difendere") .. e i Giudici che la applicheranno .. no??

Anonimo ha detto...

I nutrienti indispensabili per l'onorevole sono zinco, ferro tipo eme (contenuto
in carne e pesce), vitamina D, vitamina B12 e omega-3.
Non vorrei sbagliare ma questi nutrienti sono assenti o forse presenti in piccolissime quantità nel latte materno. Quindi tutte le mamme che allattano al seno in modo esclusivo rischiano se il proprio figlio dovesse ammalarsi.
Correggetemi se sbaglio. AR

Anonimo ha detto...

Ho molta piu paura, di chi, comunista, e vuol far diventar comunista, gli altri, e li combatte, chi fimminista, e vuole, far diventare femminuccie e figli maschi, chi
vegan-rivoluzionario, che cambatte, i suoi simili, ma non il potere.

conosco, dei vegan-post-comunisti, (oggi han cambiato nome,)
che poi consumano, droghe, che danno soldi alla mafia, e aprono portali, mentali, e parecchi sono rimasti, sociopatici, ma ti dicono, "io no, loro"

a presto, Lucio. F.G

Maurizio Fani ha detto...

Caro Paolo, la proposta di legge è abbastanza assurda da non impensierirmi minimamente. Parlare di miopia legislativa, di incapacità cronica a legiferare cose sensate e soprattutto utili non serve a molto. Quello che emrge invece è come il "popolo vegano" abbia reagito alla notizia. Giusto stamattina un paio di persone di Milano che conosco per lavoro, vegane dichiarate, mi hanno telefonato dalle ferie per dirmi che "vogliono eliminarci dalla storia". Io non mi ero soffermato a leggere la proposta poichè tanto non passerà e poi anche se diventasse legge la sua applicazione diventerebbe un vero inferno per tutti giudici compresi. Non solo dovresti poter misurare con esami ematici i vari livelli dei marcatori essenziali ma dovresti analizzare alla fonte gli alimenti poiché differenti tra di loroe soprattutto sarebbe necessario misurare la biodisponibilità utilizzata da ogni singolo. Terrificante! Ma torniamo ai due milanesi vegani che si sono sentiti minacciati. Minacciati perché? Io, come ben sai, non mangio carne, ma se mi chiami vegano non ci sto. Non ho mai capito questo bisogno di appartenere a un gruppo per vivere un proprio stile di vita. Giustamente il signore che trova più etico mangiare una gallina vissuta allo stato brado invece di una banana piena di pesticidi (che già di per sè fa male) ha perfettamente ragione. Chi sostiene il contrario vada a dirlo alla popolazione del Costa Rica che dopo trent'anni di divieto di un potente pesticida per la coltivazione delle banane tutt'oggi hanno una incidenza enorme di tumori e quant'altro. Si sono dovuti associare insieme e ricevere gli aiuti per cure e morti. Tutto deve transitare dal buon senso. Se leggete un bellissimo libro del dr. Mancuso del dipartimento di agraria università di Firenze, "Verde brillante" vedrete quanto i vegetali hanno da insegnarci e quante e che strategie evolute hanno sviluppato per sopravvivere.

Il problema è sempre lo stesso: la convinzione di essere i migliori e i più devoti a un qualcosa. ma questa rigidità non può portare che violenza ma soprattutto porta al solito muro contro muro e mai al superamento del problema. Mai si riesce ad andare oltre. Perchè l'andare oltre non è prerogativa della massa, ma dei singoli che, responsabilmente, cercano soluzioni alternative possibili.

Cercare di mangiare in maniera sana e funzionale sia per il corpo che per l'anima è un obiettivo che perseguo da molto tempo. Ma mai mentre mangiavo con altri, mi sono azzardato a provare sdegno per quello che avevano nel piatto! Ognuno ha la sua vita e ognuno deve poter trovare il suo personalissimo equilibrio. E questo non perchè l'ha detto il tal guro o il altro nutrizionista.

Se tutti coloro che ritengono di appartenere ai soliti gruppi, vegani, fruttariani, vegetariani, onnivori, igienisti e quanti altri volete elencare cercassero di cessare con le barricate e invece di imporre anche solo psichicamente il loro credo pensassero a crescere nella consapevolezza che si può, anzi si deve migliorare tutti insieme evitando di farsi gettare in faide artatamente create e volute per motivi molto diversi.

Quanto sopra lo scrive un ex allevatore di animali particolari quali razze antiche praticamente estinte che ha avuto oltre la metà dei suoi animali solo per il piacere di vederli e di accarezzarli. Non c'è stato un animale che provasse a relazionarsi con me che non abbia protetto e fatto vivere di vecchiaia. Pessimo bilancio economico (infatti ho smesso) ma dagli animali ho imparato tantissimo più che da tanti sedicenti maestri. Un'ultima cosa, anche le insalate soffrono e non poco e sono personalmente riuscito aguarire alcune piante con le ... coccole unite a parole. Quelle non le potrei davvero mangiare!

Anonimo ha detto...

La legge può essere sbagliata, però sono tristi anche quei genitori vegani che impongono ai propri bambini solo certi tipi di alimenti. Il bello di essere bambini non è forse anche il nutrirsi liberamente di schifezze? Pensate che triste un povero bambino a cui viene vietato ci cibarsi di gelati, patatine, hamburgher, cioccolata, caramelle, pizza, e chi più ne ha più ne metta e costretto a mangiare tofu.....i genitori facciano i genitori e lascino che i bambini facciano i bambini...da adolescente poi ognuno deciderà della propria vita....ora sono vegetariana, ma se da bambina mi avessero proibito tutto avrei odiato i miei genitori. Meglio un bambino con il sorriso che uno triste nutrito a tofu, seitan e alghe. Anna mi chiedo, lei forse era vegana anche da bambina?

Elyah ha detto...

@Anonimo

l'imprinting di ciò che ci danno da mangiare come primi cibi durante lo svezzamento da piccoli, può precludere la nostra salute da adulti e rendere difficile poi una scelta diversa dall'onnivorismo...

Non è per caso che esistono tutti quei prodotti industriali tipo latte sintetico, omogenizzati di carne (con la scusa delle proteine animali) ecc ecc ecc

In natura noi siamo biologicamente esseri frugivori e vegani, tranne quanto ci nutriamo del latte materno umano che è molto diverso da quello che serve poi a far crescere un vitello...

Quindi per quale "malato" motivo dovrei dare schifezze ai miei figli? Solo perchè viviamo in una società malata e direi pure corrotta dall'industria alimentare dei caseifici e degli allevamenti intensivi di animali? Dovrei fare cosi perchè lo fanno tutti o quasi...

Non c'è nessuna costrizione da parte di genitori vegani se danno l'imprinting giusto ai propri figli di cibi salutari e adatti al loro organismo piuttosto che veleni e tossine che creano pure dipendenza...

Elyah ha detto...

Perchè i vegani quando nutrono i figli di cibo sano e naturale (il tofu e il seitan ora sono diventati i cibi dei vegani solo per chi vegano non è), biologicamente adatto per l'organismo degli esseri umani, sono sempre quelli che impongono?

Perchè invece dare schifezze e cibo "non cibo" ai figli da piccoli invece non è una imposizione?
@anonimo che ora è vegetariana:

A me sembra più sensato educare i figli verso la loro alimentazione specie specifico, visto che questi figli una volta che avranno l'imprinting (sa cosa è l'imprinting?) anche quando saranno più grandi difficilmente adoreranno certi cibi (droghe) che creano dipendenza e malfunzionamento del loro organismo... Quando saranno grandi potranno scegliere di mangiare schifezze e avvelenarsi quanto vogliono se lo vorranno davvero!

Il nostro organismo è biologicamente adatto per nutrirsi principalmente di frutta e vegetali, non ci vedo nulla di estremo a dare da mangiare ai propri figli ciò che l'organismo è capace di riconoscere quale suo cibo elettivo che non precluda la propria salute...

Se lei però preferisce dar loro un imprinting sin da piccoli diverso, faccia pure, ma sappia che rischia di compromettere la loro salute per tutta la vita con un imprinting del genere... Sarà più difficile per loro prendere una consapevolezza diversa e scegliere di diventare esseri che mangiano il loro cibo adatto alla propria specie

Anna ha detto...

Anonimo 19 agosto 15:54

Cominciamo subito con lo sfatare il mito preconfezionato e comodo che i bambini vegan siano tristi e altrettanto i loro genitori che "negherebbero" il loro cibarsi di spazzatura.
Ma Lei usa Facebook? Se si dia un'occhiata a tutte le pagine dove i vegani postano foto dei loro bambini, dei presidi che fanno e dei festival vegan, e vedrà che la tristezza che attribuite ai vegani e ai loro figli è solo ed esclusivamente nella vostra testa di ancora lobotomizzati da un sistema che vi fa vedere come "vita felice" il nutrirsi e nutrire di resti putrefatti di cadaveri animali bambini piccolissimi.
Fanno benissimo i genitori vegani a occuparsi della salute dei loro bambini evitando loro malattie future e medicinali inutili, questo fanno dei genitori svegli e informati, non i nostri che campavano di spot pubblicitari del bucato più bianco con Calimero e i biscotti radioattivi del Mulino Bianco.
Mi rammarico molto di essere vegan solo da pochi anni e non ho figli per scelta, ma se ne avessi avuti sarebbero vegan senza manco discuterci su, perché non mi risulta che i genitori che impongono ai loro figli l'onnivorismo, il battesimo, la comunione e la religione si mettano a discutere coi figli di queste cose, gliele schiaffano davanti e così deve essere. O sbaglio? Quanti genitori aspettano l'adolescenza dei figli per far loro scegliere la religione da seguire o addirittura non seguirla? Suvvia, siamo seri.

L'etica vegan non si svende e non si presta a manipolazioni di comodo, lo sfruttamento e l'uccisione animale per gola, il cibo spazzatura, devono proprio sparire dalla faccia della Terra, ci sono ben altre soddisfazioni e cose ben più fondamentali nella vita che tuffarsi nel cibo.
Posto che qui stiamo parliamo di merda onnivora e non di cibo.

il Baronetto ha detto...

Io credo proprio che giudicare una persona da come si nutre sia una cosa assurda, non e’ che essere vegani o vegetariani faccia automaticamente alzare il livello di spiritualita’., vivi e lascia vivere, giudicare va contro quello che viene definito libero arbitrio, o la non interferenza, anche per questo il pianeta e’ un inferno, ai piani alti hanno deciso di lasciar fare a noi, proprio per poter sperimentare, sbagliare e i risultati si stanno vedendo….Francamente si umanizza tutto il regno animale e non penso vada bene, nel senso che se salvi un pesce questo “umanizzato” ti sia riconoscente, in realta’ non gliene frega nulla, una mucca e’ una mucca, una triglia e’ fatta in maniera diversa questo e’ rivolto ai vegani,, mi dispiace ma a me il cibo marittimo non mi fa pena, non ci riesco proprio, voler metter sullo stesso piano un mammifero come un agnellino e una vongola mi pare eccessivo, sono esseri viventi, ok, ma comunque a modo loro, anche le piante lo sono, la stessa frutta emana un aura, ma tra viventi e senzienti c’e’ differenza. Ecco perche’ ho scritto che le persone, attraverso la loro ottica umanizzano gli animali, cioe’ credono che tutti tutti gli animali abbiano le stesse emozioni o sentimenti come quelli degli uomini., notizia flash, se un iguana si avvicina a voi e si fa accarezzare, non e’ perche’ e’ empatica o ha sentimenti cucciolosi e umani, lo fa per il CALORE corporeo che emanate ! Niente affettuosita’ o altro, ma ecco che l’uomo subito pensa “ UUHH come e’ dolce , e’ proprio come noi !” insomma lo umanizza., ma non e’ cosi’. Con questo non sto dicendo che tuttui gli animali siano dei figli di puttana egoisti, semplicemente hanno un cervello diverso, e di conseguenza un modo diverso anche di percepire la morte. Se accarezzi un anguilla ne puoi trarre piacere coccoloso tu, ma all’anguilla stessa non sa neanche quello che stai facendo., certo quando vengono pescati soffriranno, ma nulla di atroce rispetto ad una mucca o perche’ no…. Un umano !
Ma ecco la soluzione che ho per tutta l’umanita’, le vera e sola coerente rivoluzione alimentare…. La COPROFAGIA ! Niente sofferenze animali, vegetali , niente distruzioni di abitat o fondali., ma solo e pura merda ! Sarebbe vero BIo, ci auto sosterremmo da soli, la fame nel mondo verrebbe abolita, in qualunque momento si voglia, ci auto produciamo il nostro cibo, un bello stronzo fumante e avremmo risolto tutti i problemi, cibo nostro, biologico, nutriente e non assassino. E’ l’unica soluzione, e’ l’unica verita’, e’ l’unico futuro. E’ folle ? Be’ lasciatemi dire che ogni rivoluzione e’ folle, come colui che ha usato per primo l’idea della pizza a domicilio o chi ha inventato i cazzi finti. Idee folli, ma oggi di regolare uso….. La coprofagia sara’ il futuro vedrete

Anonimo ha detto...

Per Anna e Elyah: Sono serissima Anna, senza arrivare all'estremo del vegan (nel senso che vi private di tutto), non è mai stata in un ristorante macrobiotico?....guardi attentamente le facce delle persone che mangiano sempre li e si nutrono solo di certi alimenti...sembrano depressi....questa è una cosa che sia io, che i miei amici, tra cui alcuni medici omeopati, abbiamo notato. Non ridono mai!!! La depressione, secondo la medicina ayurvedica, sarebbe causa da un eccesso di vata (o aria)...e nei ristoranti macrobiotici si mangiano un sacco di legumi e verdure cotte. Sarà un caso che abbiano quelle facce!!!
Lo sa che la dieta più indicata è quella del gruppo sanguigno? Nel mio caso sono un gruppo 0 e secondo questa dieta dovrei mangiare anche carne (eccetto maiale)mentre zero latticini...bene, sono vegetariana, però in effetti quelle poche volte che mangio carne, mi sento meglio,con più energia....mentre quando mangio latticini mi fanno malissimo (diarrea, acne etc) e questa è una cosa che mi hanno confermato anche un mio amico medico (omeopata) sia un operatore olistico...entrambi mi hanno detto che per la mia costituzione dovrei mangiare più carne....il fatto che poi io non la mangi per scelta, per il rispetto degli animali e bla bla è un altro discorso.....lei non mi sembra diversa da tutte quelle persone che impongo ai propri figli le proprie scelte e idee senza guardare alla felicità dei propri figli..un alimentazione sana è importante, non dico che a un bambino darei tutti i giorno hamburgher, piuttoso non gli darei quei cibi a cui risulta intollerante, però se ogni tanto mi chiede un gelato o patatine, che male mai sarà? Poi è anche vero che la maggior parte delle malattie non sono causate solo da quello che mangiamo ma hanno origine nella mente, derivano da traumi e problemi psicologici (Hamer docet)...la storia dell'impriting mi sembra una cazzata, perchè nessuno di noi aveva genitori vegani, però molti di voi ora lo sono per scelta. Se fosse vero la teoria di Elyah dovreste essere tutti carnivori. Per essere in salute, bisogna mangiare sano evitando i cibi che ci provocano intolleranze alimentari, lavorare con le energie (cosa che viene messa in pratica da pochi), risolvere i propri problemi psicologici e cercare il più possibile di avere una vita felice.

Anonimo ha detto...

Grazie P.


Stefano

Ad maiora

Stefano

Anna ha detto...

Anonima 25 agosto 18:04

Lei è talmente sicura di ciò che scrive da non riuscire nemmeno a schiaffare un nickname qualunque sopra i suoi commenti?
Comunque Le rispondo per l'ultima volta.

La dieta del gruppo sanguigno è una cagata pazzesca ed un vero proprio business a cui hanno abboccato in tanti.
Poi Lei NON è affatto vegetariana, se mangia carne "quelle poche volte".
Un vegetariano non mangia carne o pesce, al massimo i derivati.

E fa danni tanto quanto un onnivoro, sia all'ambiente in sé che agli animali.

La tristezza che Lei vede negli altri è solo sua e ama proiettarla al di fuori di sé stessa, ci rifletta su.
In quanto al macrobiotico non è vegan e non mi è mai interessato

Noi vegani non ci priviamo proprio di nulla, anzi mangiamo meglio di chiunque altro, specie perché non ci cibiamo di animali maltrattati, torturati, riempiti di antibiotici, malati, che vivono una vita brevissima fatta di condizioni igieniche spaventose, che mangiano le proprie feci e ci dormono sopra, che hanno tutte le malattie possibili e immaginabili.

Buon appetito proprio.

Buona norma sarebbe parlare con cognizione di causa e non criticare l'etica altrui, l'unica vera poi.

Anonimo ha detto...

Salve innanzitutto complimenti per il vostro blog molto interessante.
Volevo farvi solo un piccolo appunto sulle carenze della dieta vegana.
Per quanto riguarda il ferro, zinco e vitamina B12.
Il ferro ad esempio si può prendere con gli spinaci ma solo se si bagna con il limone per togliere i legami di ferro (fe) altrimenti non verrebbe assorbito dall'organismo.
Per la b12 invece serve l'origine animale ad esempio può andare bene l'uovo che è un ottimo alimento.
Questa legge è stupida infatti l'hanno fatto i nostri ministri.
Invece di fare una legge così demenziale era meglio se facevano un po di educazione alimentare a tutti spiegando i valori nutrizionali e il pericolo delle carenze nel nostro organismo.
Un saluto e ancora complimenti per il blog.

Anonimo ha detto...

La dieta del gruppo sanguigno non è una cazzata, provi a mangiare sempre gli alimenti a cui è intollerante è vedrà che non si sentirà tanto bene a lungo andare. Forse non ascolta il proprio corpo. La carne non è sana e se uno sceglie di non mangiarla è libero di poterlo fare, ma non mi sembra che i vegetali e i cereali oggi giorni siano tanto sani, con tutti i pesticidi che vengono dati. E anche quelli in cui è scritto biologico non è detto che lo siano veramente. Non esiste una dieta giusta per tutti. Quello che puà far bene a me, per un altro può essere un veleno. Conosco amici che risultano intolleranti a molti vegetali e ai cereali. Per es. un caro amico non può mangiare melanzane, pomodori e verdure a foglia, altrimenti si sente male.Io per es. sono molto intollerante ai latticini e al grano, pomodori etc...come fà a dire che tutto ciò è una cazzata...quando ne mangio troppi o per troppi giorni consecutivi mi sento male. La soia, per. es ne va consumata poco perchè è troppo ricca di estrogeni.
Una dieta vegana, senza tener conto delle intolleranze, fà male tanto quanto nutrirsi di sola carne. Come fà lei ad essere certa che la sua alimentazione sia la migliore? Avrà scelto questo tipo di alimentazione, ma non può esserne certa neanche lei al 100%, lo spera forse. Comunque glielo dico da un punto spirituale, alcuni di noi biologicamente parlando, tollerano bene la carne, anche se non la mangiano. Il fatto che possa proiettare qualche volta la mia tristezza, può anche essere vero, ma la cosa strana e che da operatori olistici abbiamo percepito una gran tristezza nella sala in cui cenavamo. Il senso di tristezza non è giunto solo a me,ma a tutti, è possibile che nei giorni in cui abbiamo cenato li fossimo tutti tristi?. Gli unici che sorridevano, tra l'altro nella sala eravamo noi. La stessa senzazione l'ha avuta anche un mio amico medico, che vi si è recato a distanza di tempo e pure lui mi ha riferito la stessa impressione. Saranno solo coincidenze? Questo per dire che mangiare sempre gli stessi alimenti e in questo caso, sempre e solo legumi e cereali non fà bene.

Luca ha detto...

Buongiorno
Strano ma vero.
Non sono vegano, neppure vegetariano.....mangio quasi tutto.....(a parte robaccia industriale e quant'altro)
Però sono dello stesso parere di chi considera inutile e sciocca questa proposta di legge.
Se la legge mirasse a eliminare i McDonald e le merendine e tutta quella robaccia industriale credo che tutti sarebbero d'accordo.
Però purtroppo .......questo non è un mondo ideale , dove chi governa pensa veramente al benessere dei cittadini e purtroppo i bambini sono i bersagli primari .....che schifo.
Mangio carne , scusatemi il mio ardire , ma credo di mangiare carne consapevolmente......mi spiego.....non mangio carne tutti i giorni ma due tre volte la settimana per il resto ci sono tanti vegetali,cereali da mangiare (dove si trova parecchio ferro non è vero che è solo nella carne) non mangio latticini (mi danno fastidio allo stomaco-intestino....scoperto dopo avere fatto una selezione di quello che mangio)
Non si può mangiare sempre carne (qui sta il consapevolmente di cuI sopra) ........per produrre carne buona , senza estrogeni o antibiotici , servono 3-4 mondi in più dove allevare il bestiame.........
A tutti comunque auguri di ottima salute e .....vegano o vegetariano od onnivoro , non prendetevela troppo se qualcuno non la pensa proprio come voi.....

ALLE MAMME
Per favore , state attente a quello che date ai vostri figli, non date cibi industriali , cercate di controllare da dove proviene la verdura la carne , formaggio e farina e quant'altro mangiate.....

AI GOVERNI
Siete forse in società con le case farmaceutiche???
No???
Allora chiudete subito i fast food e limitate al minimo i cibi industriali e controllate che non ci finisca dentro tutta quella chimica.......Insegnate nelle scuole (ma con giudizio ed onestamente) come nutrirsi........una volta (40 anni fa) era una pratica comune nelle scuole insegnare a nutrirsi con equilibrio (quando ero bambino a scuola mi avete insegnato che è meglio un pezzo di pane con un pomodoro che una merendina.....)

Anna ha detto...

Anonima 8 settembre 18:52

Cara, Lei di alimentazione vegan non sa proprio nulla ma le piace pontificare.
Il veganismo è una filosofia/stile di vita che la propria coscienza e la propria etica impongono, Le assicuro che il cibo è l'ultima cosa di cui un essere umano dovrebbe preoccuparsi, visto che siamo frugivori in natura e viviamo benissimo di sola frutta.
Provare per credere.
Non mi farò spiegare da Lei l'attinenza tra intolleranze alimentari e la dieta del gruppo sanguigno perché semplicemente non ne ha, e quindi ribadisco che la "dieta del gruppo sanguigno" è un'emerita cagata e un business senza un minimo fondamento scientifico.

E visto che teme di mettere un nick qualunque sopra o sotto i suoi post, il che la dice lunga sulla rilevanza scientifica o anche solo popolare degli stessi, la saluto e la finiamo qui.

gionanellabalena ha detto...

Allora questo è cio' che fanno agli animali:bolliti,fritti,scuoiati,stuprati,affumicati,grigliati,surgelati,scuoiati(molte volte vivi),rosolati,sgozzati,affettati,insaccati,etc.etc.fate voi.siamo proprio ina brutta e stupida razza bastarda.se non si fermano queste stragi ho paura che i figli futuri si troveranno un bel pianeta alla hardware(film lowcost ma di effetto diretto di una societa dispotica).ciao a tutti i tradizionalisti e buona notte all'intelligenza.